Skip to main content
AntincendioCorsiFormazioneSicurezza

Scadenze Sicurezza sul Lavoro e Ambiente 2022.

By 9 Aprile 2022Aprile 10th, 2022No Comments

Dichiarazione annuale Rifiuti 2022

E’ stato pubblicato il software per la redazione della dichiarazione annuale dei rifiuti per il 2022. La scadenza della presentazione della dichiarazione rifiuti relativa all’anno 2021 è fissata per il 21 maggio 2022. 

Covid-19: Linee guida per la ripresa delle attività economiche e sociali 31.03.2022, contenente i principi di carattere generale per il contenimento del contagio da Covid-19, recepite nell’Ordinanza del ministro della Salute, pubblicata il 4 aprile nella Gazzetta Ufficiale.

Informazione. 

Predisposizione da parte degli esercenti di un’adeguata informazione sulle misure di prevenzione da rispettare, comprensiva di indicazioni sulla capienza massima dei locali e comprensibile anche a utenti di altra nazionalità. 

Certificazione verde COVID-19. 

Dal 1° aprile potranno riprendere servizio anche i non vaccinati che erano stati sospesi. Ma l’obbligo rimane fino al 31 dicembre nel comparto sanità. Si attendono le circolari esplicative per i lavoratori della scuola, delle forze dell’ordine e della sicurezza per i quali l’obbligo vaccinale rimane fino al 15 giugno. 

Protezione delle vie respiratorie. 

Uso corretto della mascherina a protezione delle vie respiratorie (mascherina chirurgica o dispositivo atto a conferire una protezione superiore, quale FFP2) in tutti gli ambienti chiusi e, in caso di assembramento, anche all’aperto, ove previsto dalla normativa statale vigente. 

Igiene delle mani

Messa a disposizione, all’ingresso e in più punti dei locali, di soluzioni per le mani, al fine di favorirne l’igienizzazione frequente da parte degli utenti. 

Igiene delle superfici. 

Frequente igienizzazione di tutti gli ambienti, con particolare attenzione alle aree comuni e alle superfici toccate con maggiore frequenza. 

Aerazione. 

Rinforzo del ricambio d’aria naturale o attraverso impianti meccanizzati negli ambienti chiusi (es. mantenendo aperte, a meno che le condizioni meteorologiche o altre situazioni di necessità non lo consentano, porte, finestre e vetrate). In ragione dell’affollamento e del tempo di permanenza degli occupanti, dovrà essere verificata l’efficacia degli impianti al fine di garantire l’adeguatezza delle portate di aria. Per gli impianti di condizionamento, è obbligatorio escludere totalmente la funzione di ricircolo dell’aria, ad eccezione dei casi di assoluta e immodificabile impossibilità di adeguamento degli impianti, per i quali devono essere previste misure alternative di contenimento del contagio. Se tecnicamente possibile, va aumentata la capacità filtrante, sostituendo i filtri esistenti con filtri di classe superiore, garantendo il mantenimento delle portate. In ogni caso, si raccomanda il potenziamento nella maggior misura possibile dell’areazione dei locali per favorire il ricambio dell’aria e favorire la costante manutenzione degli apparati a ciò deputati. Tali principi di carattere generale devono essere opportunamente applicati, adattandoli al contesto, nelle specifiche attività economiche e sociali.  Fermi restando tali principi, sono previste misure specifiche per i singoli settori di attività. 

Smart Working 2022

Smart Working

Il Governo ha deciso che per la modalità di smart working sarò adottata ancora la modalità semplificata con la comunicazione su portale del Ministero del Lavoro fino al 30 giugno 2022, poi sarà necessario l’accordo individuale con il lavoratore.  Piano di Emergenza

Piano di Emergenza

Prove di spegnimento e di evacuazione

Il Decreto 02/09/2021 ha modificato la gestione antincendio ed emergenze negli ambienti di lavoro. Il Piano di Emergenza dovrà essere aggiornato ai nuovi requisiti in accordo al D.M. 02.09.2021.

Obbligo di addestramento e di registrazione.

Il legislatore ha specificato che “l’addestramento consiste nella prova pratica, per l’uso corretto e in sicurezza di attrezzature, macchine, impianti, sostanze, dispositivi, anche di protezione individuale; l’addestramento consiste, inoltre, “nell’esercitazione applicata”, per le procedure di lavoro in sicurezza. 

Gli interventi di addestramento effettuati devono essere tracciati in “apposito registro anche informatizzato” che riguarderà, le attività svolte successivamente all’entrata in vigore del provvedimento e cioè dal 21 dicembre 2021. 

Simona Ballani

Responsabile servizio prevenzione e protezione tutti i codici ateco consulente e auditor sistemi di gestione qualita' s (iso 9001 - 14001 - 1800a - 45001) Tecnico competente in acustica iscritto presso albo tecnici competenti in acustica regione emilia romagna Formatore abilitato e certificato anfos d.m. 10 marzo 1998 accordo stato regioni 21/12/2011 - 07/07/2016 - 22/12/2012 d.im. 06/03/2013 Centro formazione territoriale autorizzato anfos 1657 formatore antincendio d.m. 10/03/1998