Skip to main content

Regole e le prassi riguardanti i caschi di protezione

Il D. Lgs. 81/2008 in uno dei suoi allegati si riferisce ai Dispositivi di Protezione Individuali (DPI)  in relazione alla protezione del capo ed indica che: i lavoratori esposti a specifici pericoli di offesa al capo per caduta di materiali dall’alto o per contatti con elementi comunque pericolosi devono essere provvisti di copricapo appropriato. Parimenti devono essere provvisti di adatti copricapo i lavoratori che devono permanere, senza altra protezione, sotto l’azione prolungata dei raggi del sole.

Riguardo alla protezione del capo le norme tecniche definiscono l’elmetto di protezione per l’industria come un copricapo il cui scopo primario è quello di proteggere la parte superiore della testa dell’utilizzatore contro lesioni che possono essere provocate da oggetti in caduta’ (UNI EN 397). Mentre il copricapo antiurto per l’industria è invece destinato a ‘proteggere la testa dell’utilizzatore dalle lesioni causate da un urto della testa contro oggetti duri e immobili’ (UNI EN 812). Se il rischio identificato è di tipo meccanico in ambito industriale si deve fare riferimento ai dispositivi definiti nelle UNI EN 397 ed UNI EN 812.

La scelta dei colori dei dispositivi di protezione individuale è a discrezione del datore di lavoro. Ogni colore deve sottolineare la specifica mansione da svolgere sul cantiere ed inoltre, anche diversi luoghi di lavoro possono richiedere l’utilizzo di caschi di colori differenti.

Al di là di quelle che possono essere le decisioni del datore di lavoro rispetto alla scelta dei caschi di protezione da utilizzare, c’è da dire che in generale c’è una regola non scritta per cui gli elmetti possono essere suddivisi per colori e indicare specifici ruoli all’interno del cantiere:

l’elmetto rosso identifica il capo cantiere oppure l’addetto alle emergenze e alle pratiche di pronto soccorso nel luogo di lavoro. Gli elmetti rossi, vengono utilizzati anche per coloro che gestiscono delle emergenze in precisi momenti. Nel caso di un gruista, potrebbe indossare un casco rosso proprio perché svolge un ruolo molto delicato sul cantiere.

– Il colore bianco invece viene quasi sempre indossato da coloro che hanno la funzione di direzione dei lavori: gli ingegneri, gli architetti e gli altri tecnici addetti alla fase di progettazione.

 

– l’elmetto grigio, solitamente identifica i tecnici impiantisti oppure elettricisti ed idraulici,

– l’elmetto blu è solitamente lasciato ai coordinatori per la sicurezza sia nella fase di esecuzione ma che di progettazione;

L’elmetto giallo identifica gli operai generici;

La sicurezza sul lavoro non è un lusso per pochi ma un risparmio per tutti, praticarla significa risparmiare in salute, ore di lavoro perse, contenzioso, pratiche burocratiche.

Questo è l’ approccio culturale per il corretto utilizzo dei D.P.I.

Ing. Simona Ballani

Simona Ballani

Simona Ballani

Responsabile servizio prevenzione e protezione tutti i codici ateco consulente e auditor sistemi di gestione qualita' s (iso 9001 - 14001 - 1800a - 45001) Tecnico competente in acustica iscritto presso albo tecnici competenti in acustica regione emilia romagna Formatore abilitato e certificato anfos d.m. 10 marzo 1998 accordo stato regioni 21/12/2011 - 07/07/2016 - 22/12/2012 d.im. 06/03/2013 Centro formazione territoriale autorizzato anfos 1657 formatore antincendio d.m. 10/03/1998