Skip to main content

Inail ha emesso il Documento tecnico riguardante le misure organizzative di contenimento del contagio da SARS-CoV-2 nei luoghi di lavoro e le strategie di prevenzione al fine di consentire un corretto rientro lavorativo prendendo in considerazione:

  • le aree in cui è svolta l’attività lavorativa
  • la specificità dei processi produttivi
  • le modalità di organizzazione del lavoro:

Variabili rischio contagio da SARS-CoV-2 (R):

R = (E x P) x A *

E = Esposizione

P = Prossimità = Distanziamento Sociale

A = Aggregazione

Negli ambienti e spazi di lavoro, si dovrà valutare, a seguito della riattivazione, un aumento di aggregazioni sociali. È evidente, infatti, che nell’ambito lavorativo che prevede contatti con soggetti “terzi”, ve ne siano alcuni che determinano necessariamente grandi aggregazioni sociali.

La tabella di seguito illustra le classi di rischio per alcuni dei principali settori lavorativi, nonché il relativo numero degli occupati.

Il presupposto della ripresa in fase 2 sarà sempre il “Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro” sottoscritto dalle parti sociali, a cui affiancare Misure organizzative negli spazi di lavoro con accurata mappatura delle aree di rischio.

La partecipazione consapevole di tutti i soggetti coinvolti nella gestione della sicurezza è imprescindibile per fronteggiare il Rischio di contagio:

  • DDL, Datore Di Lavoro
  • RSPP Responsabile Servizio Prevenzione Protezione
  • MC Medico Competente
  • RLS Rappresentante dei lavoratori
  • LAVORATORI

Il sistema di prevenzione nazionale ed aziendale realizzatosi nel tempo, con il consolidamento dell’assetto normativo operato dal D.Lgs 81/08 e s.m.i., offre la naturale infrastruttura per l’adozione di un approccio integrato alla valutazione e gestione del rischio connesso all’attuale emergenza pandemica.

Pertanto, la partecipazione condivisa di un’attenta mappatura delle Aree di Rischio, per la necessaria modulazione delle misure di contenimento, è l’obiettivo di ogni Soggetto coinvolto nella prosecuzione dell’attività lavorativa.

Inail ha emanato una tabella delle mascherine validate.

 

* Modello sviluppato sulla base dati O’NET del Bureau of Labor of Statistics statunitense (fonte O*NET 24.2 Database, U.S. Department of Labor, Employment and Training Administration) adattato al contesto lavorativo nazionale integrando i dati delle indagini INAIL e ISTAT (fonti Indagine INSuLa 2 e dati ISTAT degli occupati al 2019)

 

Il Direttore tecnico

Ing. Ballani Simona

ing.simona.ballani@hotmail.it

 

Torna alle news

 

Simona Ballani

Responsabile servizio prevenzione e protezione tutti i codici ateco consulente e auditor sistemi di gestione qualita' s (iso 9001 - 14001 - 1800a - 45001) Tecnico competente in acustica iscritto presso albo tecnici competenti in acustica regione emilia romagna Formatore abilitato e certificato anfos d.m. 10 marzo 1998 accordo stato regioni 21/12/2011 - 07/07/2016 - 22/12/2012 d.im. 06/03/2013 Centro formazione territoriale autorizzato anfos 1657 formatore antincendio d.m. 10/03/1998